La nostra storia 1960'S

La nostra storia 1960'S

1960

L'atleta Cressi, Bruno de Otero Hermanny vince il campionato del mondo di caccia subacquea in Italia.

1960

Alla fine degli anni '50 la gamma di pinne Rondine viene ampliata, con l'introduzione del modello galleggiante, del modello a cinghiolo regolabile e, nel 1960, dell'avveniristica Super Rondine, dotata di speciali alette basculanti in grado di aprirsi, per eliminare le resistenze negative della pinneggiata e di aumentare le prestazioni.

1963

L'atleta Cressi, Bruno de Otero Hermanny vince il campionato del mondo di caccia subacquea in Brasile.

1965

Fucili oleopneumatici - A metà degli anni '60 viene presentato il Mach 1.1, seguito dal modello 0.9 e dall'Aer Saetta. Una gamma completa che rimane a catalogo per molti anni, grazie all'eccellente progettazione e alle ottime prestazioni.

1965

Erogatore Polaris - Entra in produzione il Polaris IV, leggendario erogatore bistadio, dotato di primo stadio a pistone e di secondo stadio in ottone cromato. La straordinaria robustezza e la minima necessità di manutenzione ne fanno ben presto il beniamino dei subacquei di tutto il mondo.

1965

Negli anni '60 la Cressi apre uno dei primi laboratori specializzati nella produzione di maschere ottiche: Pinocchio e Semi-Pinocchio, seguite negli anni da vari altri modelli. Grazie alla Cressi, anche persone con difetti visivi possono ora godere pienamente dell'universo subacqueo.

1967

La Pinocchio Vi. Erre (Volume Ridotto) introduce un nuovo facciale a V profonda, in grado di ridurre drasticamente il volume interno della maschera, senza comprometterne la visibilità.